Immagine testata sito web CR ENS E R

La Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità - approvata dall'Assemblea delle Nazioni Unite nel 2006 e ratificata dall'Italia nel 2009 - rappresenta una pietra miliare nel cammino di riconoscimento della dignità e delle pari opportunità del miliardo di persone con disabilità che vivono nel mondo.

Come ripetiamo spesso, conoscere i propri diritti è presupposto necessario per poterli esercitare e per poter lottare consapevolmente per nuove conquiste e la stessa Convenzione dedicata un articolo, il 21, al diritto all'informazione: "Gli Stati Parti adottano tutte le misure adeguate a garantire che le persone con disabilità possano esercitare il diritto alla libertà di espressione e di opinione, ivi compresa la libertà di richiedere, ricevere e comunicare informazioni e idee su base di uguaglianza con gli altri e attraverso ogni mezzo di comunicazione di loro scelta». Nello stesso articolo sono indicati diversi interventi ai quali gli Stati devono provvedere, tra i quali figurano anche i seguenti: «accettare e facilitare nelle attività ufficiali il ricorso da parte delle persone con disabilità, alla lingua dei segni, al Braille, alle comunicazioni aumentative ed alternative e ad ogni altro mezzo, modalità e sistema accessibile di comunicazione di loro scelta», e «riconoscere e promuovere l’uso della lingua dei segni».

Data questa doverosa premessa, siamo davvero contenti di informarvi che, grazie al prezioso lavoro congiunto portato avanti dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (Laboratorio LaCAM all'interno dell'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione) e il Gruppo SILIS Onlus, è ora disponibile la versione in Lingua dei Segni Italiana (LIS) della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità (CRPD). Oltre ai 50 articoli della Convenzione, sono stati tradotti (e non semplicemente adattati) in LIS anche il Preambolo e il Protocollo Opzionale alla Convenzione. Un lavoro straordinario, che contribuisce a dare applicazione alla stessa Convenzione, per il quale non possiamo che essere grati.

 

Link ENS SEDE CENTRALE: https://www.ens.it/notizie/9710?fbclid=IwAR3Dm7XvoEl2BLOARs12m8R9NX5OjKmA8h8sWdWHBtOTk7T4SnuRnrduZZU